contatto con i Tarocchiessere strega

I TAROCCHI NON SONO UNA COSA PER VECCHI

tarocchi presente+©cecilialattari

tarocchi presente+©cecilialattari

Fante di Spade, Nicoletta Ceccoli Tarot

Quando mi chiedono : che lavoro fai? E io rispondo: sono un’alchimista contemporanea, e leggo anche i Tarocchi Intuitivi nelle mie consulenze, spesso devo spiegare che no, leggere i Tarocchi non c’entra nulla con la Luna Nera e con la sfiga.

Quando si parla di Tarocchi la prima immagine che viene in mente è una sfera di vetro, l’antro di una cartomante, mistero e magia, predizioni sventurate sul tuo futuro. Oppure, libri e libroni da leggere e studiare, formule magiche da imparare a memoria, magari riuscire in un Expecto Patronum prima di poter fare la tua prima stesa di Tarocchi.

Beh, non è così: i Tarocchi non sono una cosa da vecchi. 

Ritenere che i Tarocchi siano qualcosa di vecchio, o che appartengano al mondo della divinazione – e solo a quello – sicuramente limita le potenzialità di questo fantastico strumento. E te li fa anche perdere di interesse: i Tarocchi così sembrano qualcosa destinato solo a pochi eletti, oppure a chi ha il dono, e comunque a gente strana e fuori moda.

Io mi sono davvero stancata di questo approccio ai Tarocchi: mi sembra che tutto questo li confini in uno spazio stretto, dove non hanno voglia di stare. E poi, voglio che anche tu possa attingere a questa fonte di ispirazione e di intuito quotidiano, e che tu possa sperimentarli nella realtà! Credimi, i Tarocchi hanno molto a che fare con il tuo presente, più che con il tuo futuro – che, vivaddio, è tutto nelle tue mani.

Se metti i Tarocchi a contatto con il presente scoprirai molti strabilianti modi di osservare la realtà. 

A me piace accostarli con la musica e con le rock star, perchè penso che chi sale sul palco e canta – e sopratutto chi canta con un anima rock – sia uno sciamano dei nostri tempi. Ho riflettuto molto su questo tema e ho creato un corso dedicato a questo argomento; i Tarocchi sono musica, perchè parlano a qualcosa di noi che è sia dentro che fuori, che è sia stile personale che anima.

Portare i Tarocchi nel presente significa illuminare le potenzialità magiche e nascoste di ognuna di noi. Credo che la magia esista, perchè tutto è possibile; ma ehi, non ti parlo della magia che serve per diventare invisibile, per leggere nel pensiero o per il teletrasporto (anche se per quello spero che qualcuno ci stia lavorando); ti parlo della gioia e dello stupore che accade quando ritrovi una parte di te che avevi dimenticato, oppure quando ti riconosci – e spesso accade che tu ti riconosca proprio in una carta dei Tarocchi.

La paura che spesso è associata alla lettura della carte è un PREGIUDIZIO che voglio rompere, con il mio lavoro, con quello che scrivo e con quello che ti trasmetto. E’ un pregiudizio stupido, che ti allontana da una fonte inesauribile di ispirazione, che puoi usare e declinare in tutti i campi della tua vita. Pensa, puoi usare le carte anche per scrivere un articolo del tuo blog, oppure per progettare il tuo prossimo corso online.

Per questo la mia missione è quella di portare alla luce di oggi tutta la saggezza che è contenuta in questo prezioso, e si, antico – ma non vecchio – mazzo magico.

Possiamo farlo insieme: se hai dubbi e paure legate al mondo dei Tarocchi, scrivimi a cecilia.lattari@gmail.com e io penserò a qualcosa di veramente figo che vada a rompere tutti gli schemi legati a questo magico mondo.

La prossima volta che vai ad un aperitivo, osserva bene: potresti avere un Imperatore seduto al tavolo accanto al tuo.

 

2 pensieri su “I TAROCCHI NON SONO UNA COSA PER VECCHI

  1. a volte esistono cose scritte e i tarocchi possono avvertirci, il futuro lo possono vedere con grande chiarezza, le risposte sono dentro di noi ma è difficile saperle ascoltare, soprattutto quando si prospetta qualcosa di pesante da affrontare
    il dono non è altro che la capacità più marcata di saper guardare oltre i confini materiali di questa esistenza, non credo che tutti lo abbiano e non credo nemmeno che tutti possano svilupparlo

    1. Ciao, credo che chi ha il dono della divinazione non abbia bisogno dei Tarocchi per vedere che cosa accadrà. Credo che questa sia una cosa rarissima, e sinceramente io credo fermamente che il futuro è nelle nostre mani. Siamo noi gli artefici del nostro destino – i Tarocchi sono un valido strumento per vedere meglio il presente, per capire quali sono le nostre risorse, quello che è meglio fare, etc etc
      Io voglio credere che l’intuito e l’immaginazione siano doni di tutti, invece, e che ognuno di noi possa ritrovare i suoi poter speciali e metterli a frutto per essere felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.