tarocchi presente+©cecilialattari

Fante di Spade, Nicoletta Ceccoli Tarot

Quando mi chiedono : che lavoro fai? E io rispondo: sono un’alchimista contemporanea, e leggo anche i Tarocchi Intuitivi nelle mie consulenze, spesso devo spiegare che no, leggere i Tarocchi non c’entra nulla con la Luna Nera e con la sfiga.

Quando si parla di Tarocchi la prima immagine che viene in mente è una sfera di vetro, l’antro di una cartomante, mistero e magia, predizioni sventurate sul tuo futuro. Oppure, libri e libroni da leggere e studiare, formule magiche da imparare a memoria, magari riuscire in un Expecto Patronum prima di poter fare la tua prima stesa di Tarocchi.

Beh, non è così: i Tarocchi non sono una cosa da vecchi. 

Ritenere che i Tarocchi siano qualcosa di vecchio, o che appartengano al mondo della divinazione – e solo a quello – sicuramente limita le potenzialità di questo fantastico strumento. E te li fa anche perdere di interesse: i Tarocchi così sembrano qualcosa destinato solo a pochi eletti, oppure a chi ha il dono, e comunque a gente strana e fuori moda.

Io mi sono davvero stancata di questo approccio ai Tarocchi: mi sembra che tutto questo li confini in uno spazio stretto, dove non hanno voglia di stare. E poi, voglio che anche tu possa attingere a questa fonte di ispirazione e di intuito quotidiano, e che tu possa sperimentarli nella realtà! Credimi, i Tarocchi hanno molto a che fare con il tuo presente, più che con il tuo futuro – che, vivaddio, è tutto nelle tue mani.

Se metti i Tarocchi a contatto con il presente scoprirai molti strabilianti modi di osservare la realtà. 

A me piace accostarli con la musica e con le rock star, perchè penso che chi sale sul palco e canta – e sopratutto chi canta con un anima rock – sia uno sciamano dei nostri tempi. Ho riflettuto molto su questo tema e ho creato un corso dedicato a questo argomento; i Tarocchi sono musica, perchè parlano a qualcosa di noi che è sia dentro che fuori, che è sia stile personale che anima.

Portare i Tarocchi nel presente significa illuminare le potenzialità magiche e nascoste di ognuna di noi. Credo che la magia esista, perchè tutto è possibile; ma ehi, non ti parlo della magia che serve per diventare invisibile, per leggere nel pensiero o per il teletrasporto (anche se per quello spero che qualcuno ci stia lavorando); ti parlo della gioia e dello stupore che accade quando ritrovi una parte di te che avevi dimenticato, oppure quando ti riconosci – e spesso accade che tu ti riconosca proprio in una carta dei Tarocchi.

La paura che spesso è associata alla lettura della carte è un PREGIUDIZIO che voglio rompere, con il mio lavoro, con quello che scrivo e con quello che ti trasmetto. E’ un pregiudizio stupido, che ti allontana da una fonte inesauribile di ispirazione, che puoi usare e declinare in tutti i campi della tua vita. Pensa, puoi usare le carte anche per scrivere un articolo del tuo blog, oppure per progettare il tuo prossimo corso online.

Per questo la mia missione è quella di portare alla luce di oggi tutta la saggezza che è contenuta in questo prezioso, e si, antico – ma non vecchio – mazzo magico.

Possiamo farlo insieme: se hai dubbi e paure legate al mondo dei Tarocchi, scrivimi a cecilia.lattari@gmail.com e io penserò a qualcosa di veramente figo che vada a rompere tutti gli schemi legati a questo magico mondo.

La prossima volta che vai ad un aperitivo, osserva bene: potresti avere un Imperatore seduto al tavolo accanto al tuo.

 

I TAROCCHI NON SONO UNA COSA PER VECCHI

2 pensieri su “I TAROCCHI NON SONO UNA COSA PER VECCHI

  • 7 aprile 2018 alle 16:45
    Permalink

    a volte esistono cose scritte e i tarocchi possono avvertirci, il futuro lo possono vedere con grande chiarezza, le risposte sono dentro di noi ma è difficile saperle ascoltare, soprattutto quando si prospetta qualcosa di pesante da affrontare
    il dono non è altro che la capacità più marcata di saper guardare oltre i confini materiali di questa esistenza, non credo che tutti lo abbiano e non credo nemmeno che tutti possano svilupparlo

    Rispondi
    • 23 aprile 2018 alle 17:55
      Permalink

      Ciao, credo che chi ha il dono della divinazione non abbia bisogno dei Tarocchi per vedere che cosa accadrà. Credo che questa sia una cosa rarissima, e sinceramente io credo fermamente che il futuro è nelle nostre mani. Siamo noi gli artefici del nostro destino – i Tarocchi sono un valido strumento per vedere meglio il presente, per capire quali sono le nostre risorse, quello che è meglio fare, etc etc
      Io voglio credere che l’intuito e l’immaginazione siano doni di tutti, invece, e che ognuno di noi possa ritrovare i suoi poter speciali e metterli a frutto per essere felice.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *